fbpx

Archivi categoria: Nootropi

Noopept: proprietà, benefici, dosaggio

 

Noopept Nootropo

Il Noopept è un peptide sintetizzato in Russia nel 1996, come successore del Piracetam (il primo nootropo ad esser sviluppato). Fu originariamente sviluppato come analogo del neuropeptide endogeno cicloprolilglicina[1] e la sua formula ricorda vagamente quella del Piracetam.  Continua a leggere

Fonti   [ + ]

L-Teanina e Caffeina: due nootropi naturali e complementari

 

Caffeina Teanina nootropi

Caffeina: è praticamente ovunque. Oltre l’alcool, nessun’altra sostanza è così largamente utilizzata e socialmente accettata quanto la caffeina. Dalle fonti naturali come tè e caffè, agli integratori e gli energy drink, la caffeina è accessibile, conveniente, ed efficace. La caffeina si è insediata con forza nella nostra vita quotidiana, ed è stimato che oltre il 90% della popolazione mondiale consumi quotidianamente una qualche forma di caffeina.
Continua a leggere

Noopept intranasale: la mia esperienza

 

Noopept soluzione intranasale

Per molti ingerire ogni giorno delle polveri di cattivo gusto è fastidioso, ma per altri potrebbe diventare una naturale parte della propria routine, o addirittura qualcosa di piacevole (dissolvendo le polveri in un frullato o uno yogurt, per esempio).

In ogni caso, i peptidi hanno difficoltà ad essere assorbiti per via orale a causa dell’effetto first-pass[1][2], una delle prime fasi del metabolismo che distrugge gran parte delle sostanze con un basso livello di biodisponibilità. I peptidi in particolare sono molecole estremamente piccole, e non sono assorbite oralmente ammenoché non abbiano una catena particolarmente lunga (dipeptidi, tripeptidi, tetrapeptidi ecc). Il Noopept è un dipeptide e quindi rientra in quest’ultima categoria, ma a malapena. Continua a leggere

Fonti   [ + ]

Nootropi: Guida completa per principianti

 

Guida Nootropi Principianti Italiano

Il regno dei nootropi (talvolta erroneamente chiamati smart drugs) nel periodo attorno alla loro concezione era riservato ai pochi studiosi e appassionati con una buona conoscenza dell’inglese. Il lancio nel 2011 del film Limitless e l’aumento dei venditori e delle communities online hanno aiutato i nootropi a raggiungere una platea di persone molto più ampia e li hanno resi un prodotto reperibile da chiunque. Sebbene siano ancora poco popolari in Italia, la loro infiltrazione nel cosiddetto mainstream è ormai innegabile, e moltissimi imprenditori e studenti e di successo ne fanno regolarmente uso.

Continua a leggere