fbpx

Modafinil, la “smart drug” dei millennials: come acquistarlo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (38 voto/i, media: 3,82)
Loading...

 

Modafinil Nootropi
Modafinil cos'è e dove acquistarlo

Il Modafinil, anche noto anche come ProvigilModalertModvigil è un farmaco usato per trattare la narcolessia, la letargia e la fibromialgia. Un’intera generazione di studenti e imprenditori, tuttavia, certifica il suo uso come smart drug, ovvero un composto per migliorare l’attenzione, la motivazione, l’apprendimento e la memoria. È un farmaco sotto prescrizione in Italia ma gli equivalenti generici del Modafinil sono facilmente acquistabili su internet.

Diamo uno sguardo ad alcune delle cose fondamentali da sapere prima di utilizzare questa sostanza. Il Provigil è secondo molti la cosa più simile alla droga di finzione NZT-48 (capace di migliorare significativamente l’attenzione e le abilità cognitive dell’individuo che l’assume) del film e serie TV “Limitless”, che ha reso popolare il concetto di nootropo e smart drugs fra le masse.

Cos’è il Modafinil?

Modafinil struttura

Formula del Modafinil

Modafinil è un eugeroico, ovvero un agente promotore della veglia (“wakefulness promoting agent”). Essenzialmente è un farmaco utilizzato per migliorare lo stato di veglia tra gli individui che soffrono di sonnolenza diurna o letargia. È clinicamente utilizzato nella narcolessia, per il trattamento della sonnolenza causata da apnea notturna, e così via.

Il farmaco aumenta lo stato di veglia, la concentrazione e la memoria di chi lo utilizza, rendendo più facile lo studio, il lavoro e le attività creative, ed in generale tutto ciò che fa ampio uso delle abilità cerebrali. Il Modafinil agisce in modo vagamente simile alla caffeina (sebbene il meccanismo d’azione sia completamente diverso), ma in modo molto più efficace. Ovviamente il Modafinil non compensa gli effetti nocivi sul fisico che comporta la perdita di sonno nel lungo termine. Il Modafinil agisce su diverse zone del cervello che svolgono un ruolo fondamentale nei processi cognitivi e dell’attenzione. La durata d’azione del Modafinil è tra le 4 e le 8 ore, a seconda della dose e del modo in cui il corpo processa la sostanza: ad alcuni individui l’effetto dura tre ore e mezza, ad altri quasi metà giornata.

Il Provigil è anche utilizzato off-label (con questo termine si intende l’impiego nella pratica clinica di farmaci al di fuori delle linee guida per cui sono normalmente registrati e prescritti) per trattare la fatica e la sedazione in una serie di condizioni, tra cui la fibromialgia, la depressione, il morbo di Parkinson, la distrofia miotonica, la sclerosi multipla e la sonnolenza indotta da oppiacei e antidepressivi. Uno studio condotto su 72 pazienti con sclerosi multipla ha mostrato che il Modafinil migliora i sintomi di stanchezza legati a questa malattia[1] Il Modafinil ha anche migliorato l’umore e ridotto la sonnolenza e la stanchezza quando viene impiegato in aggiunta agli antidepressivi, in particolare gli SSRI, come la fluoxetina (Prozac) e la sertralina (Zoloft). [2] [3]

Modafinil come smart drug

Modafinil Use Ranking UK Universities

Da quanto detto finora, il Modafinil sembra essere un ottimo stimolante e “defaticante” in alcune condizioni mediche. Se state leggendo questo articolo, tuttavia, è probabile che siate interessati ad utilizzarlo come nootropo, ovvero come sostanza per il miglioramento cognitivo.

Un sondaggio online del 2014 del sito per studenti “The Tab” [4], mostra come 1 studente su 5 [5] (su un campione di quasi 2000 studenti del Regno Unito) [6], ha provato o regolarmente assunto del Modafinil per migliorare la qualità delle proprie sessioni di studio. In cima a tale elenco, l’Università di Oxford, una delle scuole più prestigiose del mondo, con il 26% di Oxoniani che hanno partecipato al sondaggio ad essere consumatori di Modafinil. Un altro interessante rilevamento del sondaggio è che il 9% di coloro che utilizzano Modafinil pensano che ciò equivalga al barare, ma tuttavia continuano ad assumerlo.[7]

Sembra troppo bello per essere vero? Non necessariamente.

Una revisione sistematica di 24 studi realizzata nel 2015[8] concludeva che il Modafinil migliora l’apprendimento — specialmente nelle attività lunghe e complesse —, così come la presa di decisione e la pianificazione, possedendo al contempo un eccellente profilo di sicurezza.[9] Alcuni degli studi esaminati mostravano anche un miglioramento in altre aree cognitive come la flessibilità di pensiero e l’associazione concettuale.

Inoltre la review mostra come il Modafinil migliori le capacità cognitive anche nei giovani in salute, indipendentemente dalla qualità e quantità del sonno. Diversi studi infatti avevano mostrato un miglioramento della cognizione negli individui privati di sonno, così come i narcolettici, ma pochi studi fino a quel momento avevano testato l’effetto nei giovani adulti sani con sonno regolare. Questa review mostra come il Modafinil migliori le capacità cognitive in qualsiasi soggetto ne faccia uso.

Modafinil vs Adderall

Uno studio del 2000[10] ha comparato l’efficacia del Modafinil e dell’Adderall (destroamfetamina) nei soggetti con ADHD. Dai risultati dello studio si evince che entrambe le sostanze sono efficaci, ma i soggetti che avevano utilizzato il Modafinil riportavano molti meno effetti collaterali.[11]

Il Modafinil ha in realtà battuto l’Adderall in quanto ad efficacia, tuttavia il miglioramento era superiore di pochi punti percentuale, e quindi sono stati ritenuti statisticamente equivalenti.[12] Alla fine dello studio più partecipanti hanno deciso di continuare il trattamento con il Modafinil piuttosto che con l’Adderall.[13]

I risultati di questo studio confermano ancora una volta come il Modafinil sia efficace tanto quanto, se non più, dei tanto blasonati Adderall e Ritalin. A differenza di questi due farmaci, tuttavia, il Modafinil è privo degli effetti collaterali comunemente associati agli stimolanti dopaminergici, ed ha un rischio di abuso praticamente nullo dato che non causa l’euforia tipica delle amfetamine.

Modafinil vs Adrafinil

L’Adrafinil è il farmaco più “vecchio” della famiglia degli -afinil. È un pro-farmaco del Modafinil: quando il fegato metabolizza l’Adrafinil, degli enzimi ne convertono parte di esso in Modafinil, tuttavia l’efficacia di questo processo enzimatico è altamente variabile da persona a persona, a causa delle differenze genetiche tra gli individui.

Le principali differenze fra il Modafinil e l’Adrafinil sono l’efficacia — in quanto l’Adrafinil è molto meno efficace comparato al Modafini — e gli effetti collaterali.

L’Adrafinil può causare ansia, irritazione della pelle e incremento degli enzimi del fegato con l’uso a lungo termine. È stato abbandonato nella pratica clinica a causa del profilo farmacologico meno desiderabile.

Conversione Adrafinil a Modafinil nel fegato

Modafinil vs Armodafinil

Tecnicamente parlando, l’Armodafinil è l’enantiomero destro (R) del Modafinil.

Cos’è un enantiomero?

Nota Questa parte è un pò tecnica. Se non hai voglia di leggere tecnicismi puoi saltare questo paragrafo e passare a quello successivo.

Il Modafinil è un elemento stereogenico, ovvero ha una formula composta da due parti (isomeri). In realtà questa definizione lascia un pò a desiderare, ma la utilizzeremo per motivi di semplicità.

Gli isomeri possono essere di due tipi: enantiomeri, se un isomero è l’immagine speculare dell’altro, e diastereoisomeri, se gli isomeri hanno la stessa formula e numero di atomi ma un orientamento non speculare.

Una sostanza che è composta da enantiomeri è detta chirale, una sostanza composta da diastereoisomeri è detta achirale. Il Modafinil è un composto chirale.

Composto chirale

Composto chirale (in questo caso un amminoacido)

Per capire questo concetto provate ad aprire le mani: nella mano sinistra avete l’enantiomero sinistro (“S” oppure levo/”L” ), in quella destra l’enantiomero destro (“R oppure destro/”D” ). Ora provate a chiudere le mani: esse dovrebbero combaciare perfettamente. Le mani unite sono il composto chirale.

Il motivo per cui si fanno queste distinzioni è che gli enantiomeri (ma anche i diastereoisomeri) possono avere effetti molto diversi l’uno dall’altro. Esistono addirittura composti chirali che hanno un isomero terapeutico e uno tossico: l’enantiomero sinistro dell’etambutolo per esempio è utilizzato come trattamento della tubercolosi, mentre quello destro è estremamente tossico e può casare la cecità. Composti del genere tuttavia sono rari.

I composti chirali possono essere modificati per avere quantità variabili di uno o dell’altro enantiomero, così come è possibile isolare un particolare isomero (come nel caso dell’Armodafinil, che è il solo enantiomero destro del Modafinil), ma la stragrande maggioranza dei composti chirali utilizzati in ambito farmacologico sono in forma racemica, ovvero composti al 50% di enantiomero sinistro (S) e 50% di enantiomero destro (R). Il Modafinil è venduto in forma racemica.

Quale scegliere?

Quindi, ricapitolando: il Modafinil ha una formula chirale. Quello venduto come Provigil, Modalert e Modvigil, ovvero quello che normalmente chiamiamo “Modafinil” è un racemato, cioè una sostanza formata al 50 e 50 di enantiomero destro e sinistro. L’Armodafinil invece è composto unicamente dall’enantiomero destro.

Ci sono differenze sia soggettive che oggettive nel modo in cui i due farmaci influenzano il cervello. L’enantiomero destro ha una durata d’azione molto più lunga di quello sinistro (il primo ha infatti un half-life di 15 ore rispetto alle 4 del secondo). Il Modafinil è in forma racemica, quindi la durata d’azione è una via di mezzo tra i due enantiomeri, ma generalmente si attesta tra le 4 e le 6 ore.

L’enantiomero destro poi ha anche un effetto unico rispetto a quello sinistro in quanto agisce anche come agonista parziale dei recettori D2[14], anche se questo effetto non sembra fondamentale per l’azione eugeroica del Modafinil.

Enantiomeri del Modafinil

I due enantiomeri del Modafinil, a destra l’Armodafinil

Secondo alcuni l’Armodafinil ha un effetto più “pulito” rispetto al Modafinil, anche se ciò è altamente soggettivo. Quel che è certo è che esso è più attivo per milligrammo: 150 mg di Armodafinil equivalgono infatti a 200 mg di Modafinil.

Dato che l’Armodafinil è più costoso viene da chiedersi se le differenze giustificano l’alto prezzo. Alcuni affermano che l’Armodafinil sia stato sviluppato da Cephalon — l’azienda che sviluppato gli afinil — semplicemente perché ai tempi il brevetto sul Modafinil era quasi scaduto, e non volevano perdere una delle loro principali fonti di guadagno, dovendo competere con altre aziende che avrebbero a breve prodotto versioni generiche del farmaco di costo inferiore. Ma questa ovviamente è solo speculazione.

Personalmente consiglio di acquistare una piccola quantità di entrambi così da farsi un’idea dell’effetto che la forma racemica e l’enantiomero destro hanno su di voi. Tuttavia è consigliabile avere una quantità maggiore di Modafinil a disposizione piuttosto che di Armodafinil, in quanto la durata maggiore di quest’ultimo fa si che dopo una certa ora del pomeriggio non possiate più assumerlo o rischiate di non dormire la notte.

Allo stesso tempo, però, l’Armodafinil è utilissimo quando avete una scadenza a breve e dovete fare molte ore di lavoro o studio in una singola giornata, per esempio nel caso in cui dobbiate scrivere una tesi.

Acquistare il Modafinil online

Il Modafinil e l’Armodafinil richiedono prescrizione medica in Italia, ma il basso costo e la facilità d’acquisto online degli equivalenti generici made in India (come Modalert e Modvigil), li ha resi i marchi di scelta per milioni di studenti e imprenditori di tutto il mondo.

Acquistare ModafinilUn esempio di shop online di Modafinil senza ricetta è Afinil EU, l’unico fornitore legittimo e affidabile di Modafinil e Armodafinil in Europa che spedisce i pacchi dall’Unione Europea invece che dall’India o l’America.

Per acquistare Modafinil e Armodafinil in Italia, come già detto, è necessaria una ricetta medica. Nonostante tutto molti appassionati di nootropi, anche italiani, non si curano di ciò e acquistano regolarmente Modafinil e Armodafinil online anche senza ricetta. Ovviamente non ci esprimiamo a favore o meno di questa pratica, noi ci limitiamo ad informare la comunità degli appassionati dei nootropi, e non ci assumiamo nessuna responsabilità per ciò che decidete di fare.

Esistono tuttavia due composti alternativi che non richiedono prescrizione: è possibile infatti acquistare l’Fladrafinil e l’Adrafinil online, i quali sono al 100% legali in Italia ed hanno effetti simili al Modafinil (anche se meno efficaci, e il profilo di sicurezza dell’Fladrafinil è ancora dubbio).

Come assumerlo

Il Modafinil è uno stimolante, e come tutti gli stimolanti provoca tolleranza, (gli effetti si riducono assumendolo ogni giorno). Per questo motivo il Modafinil è generalmente assunto non più di due, massimo tre volte a settimana. È possibile certamente assumerlo più spesso, ma l’effetto sarà notevolmente inferiore, se non completamente assente.

La dose di Modafinil per il miglioramento cognitivo è di 200 mg. Consigliamo di partire con 100 mg per la prima assunzione. Se la dose si rivelasse troppo bassa, aspettare almeno tre giorni senza assumerlo e riprovare con 200 mg. È possibile arrivare fino a 400 mg ma non consigliamo dosi così alte e comunque una volta arrivati ai 200 mg è meglio salire di 50 mg alla volta per evitare di assumere dosi troppo elevate.

Conclusioni

Il Modafinil è un farmaco unico nel suo genere, con un meccanismo d’azione diverso da qualsiasi sostanza esistente. Inoltre — e non meno importante — il suo profilo di sicurezza è eccellente, ed è utilizzato da imprenditori e studenti universitari di tutto il mondo per il miglioramento cognitivo con risultati eccellenti. Ciò nonostante, va detto che esiste una ristretta minoranza di soggetti con una mutazione genetica dell’enzima COMT che li rende “non-responder”: questi individui sono naturalmente insensibili agli effetti del Modafinil (e agli altri –afinil). Questa mutazione genetica però è abbastanza rara e la maggioranza delle persone che utilizzano il Modafinil ha degli ottimi risultati.

Fonti   [ + ]

Commenta